Home / Canzone d'Autore / VIDEOINTERVISTA a MOTTA: “La mia paura più grande è quella di dimenticare, anche quello che ho sbagliato!”

VIDEOINTERVISTA a MOTTA: “La mia paura più grande è quella di dimenticare, anche quello che ho sbagliato!”

Motta

L’attesa è molto alta dopo le ottime recensioni del precedente album. Ora per Motta è arrivato il momento delle conferme. Il 6 aprile, infatti, sarà disponibile Vivere o Morire, il suo nuovo album. Il disco è stato anticipato in radio dal singolo La Nostra Ultima Canzone, brano che sta ottenendo un ottimo riscontro radiofonico al punto di essere al momento alla posizione #12 dei brani italiani più trasmessi in radio, senza contare il successo su Spotify dove la canzone ha esordito alla #1 della classifica Top Viral 50.

Questo nuovo album è il proseguimento di un percorso iniziato con il precedente La fine dei vent’anni (premiato con la Targa Tenco per la miglior Opera Prima). Un bivio tra vita e morte in cui prende il sopravvento l’istinto naturale con una consapevolezza che solo l’età, e l’esperienza, possono dare.

Paura, disillusione, ragione e speranza sono quattro temi che ben riassumono un lavoro in cui l’attenzione ai testi è ancor più maniacale rispetto al passato.

VIDEOINTERVISTA A MOTTA

Per conoscere meglio questo nuovo ed importante progetto in uscita per Sugar abbiamo incontrato Motta in un appartamento milanese, location in cui ha presentato alla stampa Vivere o Morire. Il cantautore ci ha dato un assaggio in acustico della sua nuova musica prima di concederci la video intervista che trovate qui a seguire.

VIVERE O MORIRE – LE PAROLE DI MOTTA

Fare dischi per me è difficilissimo, non mi diverte.” spiega MottaAnche se questa volta è stato diverso perché sono più consapevole, mi conosco meglio e sto comprendendo sempre meglio il meccanismo di sintesi che sta dietro a una canzone. Per la produzione di questo disco ho sentito fin da subito una grande responsabilità perché avevo a disposizione molti più mezzi rispetto al passato. Il segreto? Semplice, essere se stessi, senza trucchi!”.

Sono felice? Adesso si e scelgo di stare dalla parte del vivere. Ho passato più tempo con me stesso. Mi sono fermato per la prima volta perché avevo bisogno di pensare per poter scegliere. Prima della sosta non avevo mai pensato al fatto che ero a un bivio. Tra vivere e morire. E ho scelto di vivere ed è giusto che lo abbia fatto ora perché so che ora sono pronto per prendere una strada e portare avanti ciò che sono e ciò che voglio. Non so se questa è la scelta giusta, ma l’ho presa e fatta mia.

Motta

Spesso c’è un parallelismo tra la voglia di cambiare e la volontà di rimanere fermi sulle proprie idee. Ci vuole una certa coerenza tra ciò che dici e l’età. Per esempio in questo disco ci sono frasi che avevo scritto, ma che avevo tenuto perché non ero pronto a cantarle. Ora le ho recuperate. Nel tempo sono cambiato e sono cambiate anche le mie canzoni. Ho più capelli bianchi e ne sono fiero.

Il mio passato musicale era contraddistinto da una ordinata confusione dovuta all’età. Oggi mi sento un cantautore. Ho scritto di me. Ho scavato nel mio personale perché non era giusto arrivare a compromessi. Dopo aver scritto queste canzoni mi sono sentito meglio. Quando scrivi una canzone non puoi sentirti uguale a prima.

VIVERE O MORIRE – LA TRACKLIST

1. Ed è quasi come essere felice
2. Quello che siamo diventati
3. Vivere o morire
4. La nostra ultima canzone
5. Chissà dove sarai
6. Per amore e basta
7. La prima volta
8. E poi ci pensi un po’
9. Mi parli di te

L’album è stato prodotto, registrato e mixato tra Roma, New York e Milano dallo stesso Motta e da Taketo Gohara.

Tengo moltissimo a riconoscere il lavoro delle persone che collaborano con me e non finirò mai di ringraziare i miei musicisti che mi hanno insegnato tanto e mi hanno reso un’artista migliore. Ma questa volta buona parte del lavoro l’ho fatto io! Riccardo Sinigallia, che produsse il mio primo disco, a un certo punto mi annunciò che avrei dovuto pensare io alla produzione del secondo. Mi sono affidato a Taketo Gohara e con lui la collaborazione è stata positiva. Siamo complementari. Lui mi ha aiutato nei momenti di difficoltà e ha capito ciò che avrei voluto dire in musica!

In questi giorni verranno pubblicate sulle pagine social di Motta le tavole realizzate dall’illustratore Matteo Berton che descrivono per immagini i brani contenuti in Vivere o Morire.

INSTORE TOUR

Prima del ritorno live con quattro eventi nel mese di maggio, Motta sarà protagonista di alcune date istore nelle quali incontrerà i fans e firmerà le copie del nuovo album Vivere o Morire.

06/04 MILANO Feltrinelli Piazza Piemonte, ore 18:30
07/04 ROMA Feltrinelli Appia Nuova, ore 17:00
08/04 NAPOLI Feltrinelli Piazza dei Martiri, ore 17:00
09/04 PADOVA Feltrinelli via san Francesco, ore 18:00
10/04 FIRENZE Feltrinelli RED Piazza della Repubblica, ore 18:30
11/04 BOLOGNA Feltrinelli Piazza Ravegnana, ore 18:00
12/04 TORINO Feltrinelli Stazione Porta Nuova, ore 18:00

Motta

IL TOUR

Ancora non ci sono date ufficiali del Motta Live 2018, ma si conoscono solo le 4 date – evento che costituiscono una interessante preview.

26 maggio a Roma (ATLANTICO)
28 maggio a Bologna (ESTRAGON)
29 maggio a Firenze (OBIHALL)
31 maggio a Milano (ALCATRAZ)

ACQUISTA ORA IL TUO BIGLIETTO

Foto di Claudia Pajewski



Source link

Commenta con Facebook!

About Alessandro Calzetta

avatar
Bio: Alessandro Calzetta (Roma, 1971), creatore e direttore del magazine www.bravonline.it è un appassionato di canzone d'autore, grafico pubblicitario (www.grafichemeccaniche.it) e webdesigner di professione (www.alessandrocalzetta.it). E' un componente del gruppo d'ascolto del The Place di Roma. Fa parte della giuria che assegna, ogni anno, le Targhe Tenco. e.mail: info@alessandrocalzetta.it Alessandro su Facebook:

Leggi altro:

Gran finale per Percoto Canta 2018

È partito il conto alla rovescia in vista della grande serata finale di Percoto Canta, …