Home / Canzone d'Autore / Seconda edizione del premio Civilia ad Aradeo premia Luigi De Gregori

Seconda edizione del premio Civilia ad Aradeo premia Luigi De Gregori

I fatti della Roma violenta ed inquieta degli anni 70 rivissuti il 3 ottobre con le parole e la musica di Stefano Rosso.
Concerto e conferimento del premio al cantautore Luigi “Grechi” De Gregori, interprete folk e cantautore che muove i suoi primi passi nel celebre Folk Studio di Via Garibaldi a Roma, il locale entrato nella storia come luogo di formazione di tutta la cosiddetta scuola romana dei cantautori e spettacolo basato sulla musica e le parole del grande Stefano Rosso, si parla di fatti accaduti nella Roma violenta ed inquieta degli anni ’70, dal tentato Golpe Borghese agli omicidi di Pasolini e del Circeo, alla chiusura di Radio Alice e alla morte per “mano dello Stato” di Giorgiana Masi.
Ad interpretare le canzoni di Stefano Rosso ci sarà Mino De Santis, accompagnato dal violino di Valentina Marra e dalla Chitarra di Marcello Zappatore, i testi di Alberto Minafra sono affidati alla sensibilità di Donato Chiarello.

 

Ogni canzone di Luigi Grechi ha qualcosa da dire sul cuore umano. In ogni voce che invoca ci sono echi universali di amore, di dubbio, debolezza, paura, inquietudine e la fede. La figura del viandante, sia soldato, cowboy, nomade, pioniere o pellegrino, passa ancora e ancora attraverso il suo lavoro.

Grechi stesso ha visto il mondo, e suonato in gran parte di esso. Questa connessione all’umanità offre di lui una grande tavolozza con cui colora le sue canzoni.

Nel corso degli anni, Luigi Grechi ha cercato la sua mano in una varietà di stili musicali, e nel processo di diventare una figura di spicco del folk, si è ispirato a Tom Russel in particolare e a Pete Seeger, incontrati durante i suoi viaggi negli States e in Italia. (Gloria Berloso)

Non si diventa cantautore. E’ nel vostro sangue e nelle vostre ossa…Per me non è mai stato un lavoro che ho iniziato. E’ stato il riconoscimento di chi ero”. (Tom Russel)

11953215_422712844595415_1495552871809425190_n

Commenta con Facebook!

About Gloria Berloso

avatar
Sono nata a Gorizia il 17 dicembre 1955, piccola città del Friuli Venezia Giulia. Attualmente vivo in un piccolo paese in campagna. Fin da bambina ho ascoltato la musica attraverso i dischi che mio padre faceva arrivare d’oltre oceano. A metà degli anni ’80 per la predisposizione ad organizzare eventi e concerti ho iniziato a concretizzare dei progetti. ovvero la creazione di festival rock dove far esibire complessi emergenti. La mia casa è stata un punto d’incontro per tantissimi giovani e il deposito temporaneo dei loro strumenti.. In seguito molti hanno copiato questa iniziativa. Ho collaborato con alcuni artisti di ottimo livello ed organizzato manifestazioni teatrali curandone la direzione artistica, la presentazione e la critica giornalistica. Attualmente collaboro solo ed unicamente per pura passione con artisti che in me hanno fiducia e per un legame di bella e spontanea amicizia.

Leggi altro:

Jess Glynne a 105 Mi Casa: "Con il nuovo album ho imparato ad accettare chi sono"

A poche settimane dall’uscita del suo nuovo album, Always In Between (12 ottobre), Jess Glynne …