Home / Musica Altra / Pixies, la filosofia degli alti e bassi.

Pixies, la filosofia degli alti e bassi.

I Pixies sono una band di Boston nata nel 1986, la loro musica, una mistura molto originale di pop, e garage-rock, ha aperto le porte ai Nirvana, ai Pearl Jam e via via tutti quei gruppi denominati Grunge nati all’inizio degli anni ’90 a Seattle. Loro stessi definivano la loro musica; “due terzi rumore, un terzo pop“, un alternarsi continuo di violenti riff elettrici e dissonanti, e tratti più melodici.

Con questa miscela, in piena atmosfera post-punk cominciano a spopolare nei piccoli club di Boston. Ad arricchire la loro indole originale sono i testi surreali cantati in gergo “Spanglish“, un misto di spagnolo ed inglese parlato per lo più nelle zone vicine al confine messicano (Los Angeles e Florida, ma anche in città cosmopolite come New York). La loro sembra una ricetta vincente, tanto che nel 1988, dopo un primo EP di 5 brani da non sottovalutare arriva Surfer Rosa, il loro capolavoro, uno dei dischi più influenti del loro tempo. Il loro concetto di alto/basso è onnipresente, non solo nell’alternarsi di sprazzi melodici e strappi violenti, ma anche nel dualismo tra testi eruditi e demenziali. La canzone più riuscita dell’album e forse di tutto il loro repertorio è decisamente “Where Is My Mind”,

esemplare performance di violenza controllata, una tessitura di base che ricorda in maniera imbarazzante Hurdy Gurdy Man di Donovan seppur devastata da sprazzi acidi di puro hard rock . Il pezzo non è passato inosservato negli anni successivi, tanto da essere utilizzato nella colonna sonora del film Fight Club e in alcuni episodi della serie TV Cold Case. Più avanti sono i pupilli di David Bowie, i Placebo, ad incidere un’ottima cover, qui ripresa in una strepitosa esibizione live con la partecipazione di Frank Black, il frontman dei pixies.

Dopo un primo scioglimento nel 1993, il gruppo si è riformato nel 2004 e rimangono ancora attivi.
Nei riferimenti che seguono, oltre al citato brano di Donovan, è possibile vedere un live di Where is my mind registrato appena dopo la riunificazione.

Riferimenti:


Donovan – Hurdy Gurdy Man


Condividi su Facebook

Commenta con Facebook!

About Alessandro Calzetta

avatar
Bio: Alessandro Calzetta (Roma, 1971), creatore e direttore del magazine www.bravonline.it è un appassionato di canzone d'autore, grafico pubblicitario (www.grafichemeccaniche.it) e webdesigner di professione (www.alessandrocalzetta.it). E' un componente del gruppo d'ascolto del The Place di Roma. Fa parte della giuria che assegna, ogni anno, le Targhe Tenco. e.mail: info@alessandrocalzetta.it Alessandro su Facebook:

Leggi altro:

Pearl Jam: la band devolverà l'incasso del concerto Rock2Vote per i quattro associazioni di volontariato

Che la politica sia parte fondamentale della poetica dei Peral Jam non è mai stato …