Home / Canzone d'Autore / “Pensieri Sporchi”, il quarto album in studio dei Legittimo Brigantaggio

“Pensieri Sporchi”, il quarto album in studio dei Legittimo Brigantaggio

Esce oggi “Pensieri Sporchi”, il quarto album in studio dei Legittimo Brigantaggio. Il nuovo lavoro arriva a tre anni di distanza dall’originale progetto di “Liberamente tratto”, che li ha confermati come una delle band folk rock di riferimento in Italia. Tra gli ospiti Antonio Rezza ed Andrea Satta dei Tetes de Bois.

Pensieri Sporchi (Cinico Disincanto/Altipiani/Audioglobe) è il quarto album in studio dei Legittimo Brigantaggio. Il disco è stato registrato e mixato all’Einstein Studio di Latina da Ilario Parascandolo e masterizzato al Reference Studio Mastering di Roma da Fabrizio De Carolis. Il filo conduttore del nuovo album è quello di un ritorno all’umanità, sia come sentimento in se stesso che in tutte le declinazioni che da questo conseguono. Ritornare quindi all’umiltà, al rispetto dell’ecologia attraverso nuovi modi di vivere l’ambiente naturale e le città, al rispetto dell’emigrazione che è ciclo naturale di ogni società ed infine alla riscoperta della parte più autentica dell’essere se stessi.

“In questo nuovo album abbiamo cercato di analizzare gli atteggiamenti prevalenti nella società di oggi. Lo abbiamo fatto nella maniera più carezzevole possibile, cercando di capire i protagonisti dei nostri tempi e senza giudizi affrettati – racconta Gaetano Lestingi, voce della band -. Siamo da tempo sensibili all’argomento ambientale e crediamo che non si debba più sprecare tempo contro la Natura, cercando di mettere invece in pratica stili di vita che abbiano il minore impatto ambientale possibile: la crisi che viviamo potrebbe essere uno stimolo per riconsiderare l’uso smodato delle automobili e per riappropriarsi del diritto al verde pubblico anche attraverso le azioni di guerrilla gardening. Non è stato a tal proposito un caso chiedere ad Andrea Satta, leader dei Tetes de Bois, un featuring per “Elisa è Bellissima”, il brano che più di tutti rivendica questo tipo di approccio: sono diversi anni che i Tetes de Bois organizzano il Goodbike, il cosiddetto palco a pedali, in cui l’energia elettrica per i loro concerti è prodotta interamente dal pubblico che pedala in biciclette collegate a una dinamo. Un altro grande onore è stato quello di avere come ospite nel brano “Usi e Costumi” il performer Antonio Rezza, che recita passi delle proprie opere Pitecus e Fratto X nel suo stile inconfondibile.”

L’uscita del disco è accompagnata dal primo singolo “Elisa è bellissima”, con il featuring di Andrea Satta dei Tetes de Bois ed il cui video vede alla regia Paola Rotasso.

SUL WEB: www.legittimobrigantaggio.com
ETICHETTA: Cinico Disincanto – cinico@cinicodisincanto.it
BIOGRAFIA LEGITTIMO BRIGANTAGGIO

L’attività dei Legittimo Brigantaggio, band folk rock di Priverno (Latina), ha inizio con la pubblicazione dell’ep Quando le Lancette Danzeranno all’Incontrario (Autoprodotto, 2003). Il primo album Senza Troppi Preamboli (Blond Records) esce nel 2006 e vede tra i suoi ospiti Marino Severini dei The Gang, Sebastiano “Miciariello” Ciccarelli del Gruppo Operaio di Pomigliano d’Arco E-Zezi, Roberto Billi, Stefano Fiori de I Ratti della Sabina ed Enrico Capuano, che nell’edizione 2007 del Primo Maggio decide di omaggiare la band portando sul palco con lui alcuni componenti dei Legittimo Brigantaggio. Senza Troppi Preamboli ottiene ottimi riscontri dalla critica, entra in programmazione su RaiRadio1 e RaiRadio 2 e viene segnalato da Rockerilla come una delle migliori produzioni folk-rock dell’anno. Il disco è seguito da un tour intenso e nel 2007 i Legittimo Brigantaggio vengono selezionati tra i dodici finalisti del concorso nazionale Primo Maggio Tutto L’Anno. Sempre nel 2007 si concretizza il sodalizio musicale tra la band e l’illustre etnomusicologo formiano Ambrogio Sparagna, che li vedrà impegnati insieme in un progetto di ricerca e divulgazione di canti popolari dei Monti Lepini. Nel 2009 esce il secondo album Il Cielo degli Esclusi (Cinico Disincanto/CNI MUSIC), in cui ancora una volta partecipano ospiti eccellenti: da Betty Vezzani dei Modena City Ramblers a Paolo Enrico Archetti Maestri degli Yo Yo Mundi fino a Sergio “serio” Maglietta dei Bisca e molti altri. Nel luglio del 2009 la band partecipa alla XII edizione del Premio Voci per la Libertà-Una Canzone per Amnesty, aggiudicandosi il Premio della Critica con il brano Il Gioco del Mondo. Nell’ottobre dello stesso anno la band partecipa insieme a Bandabardò, Paolo Benvegnù, Modena City Ramblers, Le luci della centrale elettrica e molti altri a Dal Profondo, doppio cd nato da un’idea di Marino Severini dei Gang per la realizzazione di un pozzo in Kenya. Nel febbraio 2010 Il Cielo degli Esclusi è disco della settimana su Caterpillar di RaiRadio2 e nello stesso mese il disco conquista la seconda posizione nell’Indie Music Like. Nel luglio 2010 i Legittimo Brigantaggio sono invitati a suonare al Festival Les Italiennes de Clisson, a Clisson, Francia. Nel frattempo i videoclip del gruppo entrano in programmazione su RaiMusic. Nel febbraio 2011 Gaetano Lestingi, cantante della band, pubblica il suo primo romanzo La Polvere Prima Del Vento (Lampi di Stampa Editore, Milano). A settembre 2011 vede la luce il terzo disco della band Liberamente Tratto (Cinico Disincanto/Audioglobe), un progetto unico che contiene dieci nuove canzoni liberamente ispirate ognuna ad una diversa opera d’arte. Tra i nomi scelti dai Legittimo Brigantaggio: Giuseppe Pellizza da Volpedo, José Saramago, Joseph Nicéphore Niépce, Bohumil Hrabal, François Truffaut, Antonio Pennacchi, Eric Maria Remarque, Umberto Galimberti, Pier Paolo Pasolini, Ennio Flaiano, Simone De Beauvoir. La critica accoglie molto positivamente il nuovo lavoro, confermando la band come una delle realtà folk rock più apprezzate in Italia. A febbraio 2014 vede la luce Pensieri Sporchi (Cinico Disincanto/Audioglobe/Altipiani), il loro quarto album in studio.

GUARDA IL VIDEO DI “ELISA E’ BELLISSIMA” -> http://youtu.be/PwifRkk0HGs

Commenta con Facebook!

About Gloria Berloso

avatar
Sono nata a Gorizia il 17 dicembre 1955, piccola città del Friuli Venezia Giulia. Attualmente vivo in un piccolo paese in campagna. Fin da bambina ho ascoltato la musica attraverso i dischi che mio padre faceva arrivare d’oltre oceano. A metà degli anni ’80 per la predisposizione ad organizzare eventi e concerti ho iniziato a concretizzare dei progetti. ovvero la creazione di festival rock dove far esibire complessi emergenti. La mia casa è stata un punto d’incontro per tantissimi giovani e il deposito temporaneo dei loro strumenti.. In seguito molti hanno copiato questa iniziativa. Ho collaborato con alcuni artisti di ottimo livello ed organizzato manifestazioni teatrali curandone la direzione artistica, la presentazione e la critica giornalistica. Attualmente collaboro solo ed unicamente per pura passione con artisti che in me hanno fiducia e per un legame di bella e spontanea amicizia.

Leggi altro:

Geni, cantautori risate e operetta Che anno Nuovo

La stagione 2018/2019 del Teatro Nuovo di Ferrara inizia con il ritorno della Compagnia del …