Home / Canzone d'Autore / Giovani cantautori e star, mix magico per l’omaggio a Lucio Battisti

Giovani cantautori e star, mix magico per l’omaggio a Lucio Battisti

Modena, 30 settembre 2013 – Tanta emozione, applausi e un mix magico tra giovani cantautori e star. Il concerto ‘Modena 29 settembre’ è iniziato, come da programma, pochi minuti dopo le 20 con l’esibizione degli Ologramma, i ragazzi diversamente abili del centro di musicoterapia di via Rainusso che hanno eseguito ‘Acqua azzurra, acqua chiara’ e ‘Prendila così’, brani che hanno aperto la serata omaggio ai capolavori di Lucio Battisti e al ‘beat’ modenese.
A presentare l’evento il giornalista di Qn-Carlino e scrittore Leo Turrini che ha introdotto artisti di successo insieme a giovani emergenti, anche della nostra provincia. Particolarmente apprezzata l’esecuzione di Barbara Gobbi di Castelfranco che con voce e chitarra ha riproposto Anna oltre a un suo pezzo. In scaletta c’erano anche Giacomo Cantelli, altro cantautore modenese e Ambra Borelli, la cui esecuzione di Paradiso ha riportato un Palapanini gremito in ogni ordine di posto alle atmosfere di altri tempi.
La serata si è poi accesa con le successive canzoni eseguite dai Rats e Marco Ligabue per arrivare al culmine con l’esecuzione da parte di Andrea Mingardi dei brani di Mogol e Battisti ‘Io vivrò’, ‘E penso a te’, oltre ad Alberto Fortis che intorno alle 22 ha eseguito ‘Emozioni’. Tra gli ospiti anche Alberto Radius che ricorda Battisti: «Con la chitarra se la cavava, mi faceva capire come dovevo suonare un determinato pezzo, io facevo un’altra cosa e a lui piaceva lo stesso, era un genio».
E il palazzetto gremito dimostra l’affetto del pubblico per Battisti che quest’anno avrebbe compiuto 70 anni. La chiusura della serata è stata affidata a Eugenio Finardi e ai Formula 3. Soddisfatto il Comune: presenti il sindaco Pighi e l’assessore Alperoli. «Alle 20 — ha detto Alperoli — era già tutto pieno, siamo dispiaciuti del trasferimento al palazzetto perché questa è una manifestazione che è nata in piazza, non c’erano però alternative. Ma siamo comunque soddisfatti perché, come detto, già alle 20 era tutto pieno. Ha funzionato bene l’affiancamento dei giovani con i grandi nomi. Le esecuzioni di Cantelli e Gobbi — ha spiegato — sono state molto applaudite, questo lo dimostra».

Commenta con Facebook!

About Alessandro Calzetta

avatar
Bio: Alessandro Calzetta (Roma, 1971), creatore e direttore del magazine www.bravonline.it è un appassionato di canzone d'autore, grafico pubblicitario (www.grafichemeccaniche.it) e webdesigner di professione (www.alessandrocalzetta.it). E' un componente del gruppo d'ascolto del The Place di Roma. Fa parte della giuria che assegna, ogni anno, le Targhe Tenco. e.mail: info@alessandrocalzetta.it Alessandro su Facebook:

Leggi altro:

La rivoluzione di Spotify: più musica on demand anche per i non …

Oggi l’International Federation of the Phonographic Industry’s (IFPI) cioè l’organizzazione che rappresenta gli interessi dell’industria …