Home / Canzone d'Autore / FREDDOCANE “FREDDOCANE2” – “FA CH’ENTRI”

FREDDOCANE “FREDDOCANE2” – “FA CH’ENTRI”

(Freddocane)
Data di uscita: 9 dicembre 2014

Ascolta e guarda il video del primo singolo
“FA CH’ENTRI”
http://youtu.be/v4PQYeg9SCg

Secondo disco per la band bergamasca che tira undici manrovesci di destabilizzante rock’n’roll alle ipocrisie e alle convenzioni dominanti. Giochi di parole, citazioni, funk, spleen psichedelici e dosi ingenti di follia in un disco che morde e gela come il freddo più pungente.

“Freddocane2” è il nuovo disco dei Freddocane in uscita il prossimo 9 dicembre anticipato dal singolo “Fa ch’entri” , il cui video realizzato dal chitarrista del gruppo Ivano Colombi è disponibile da oggi su YouTube (http://youtu.be/v4PQYeg9SCg).
I Freddocane sono una compagine proveniente dalla più profonda provincia bergamasca che arriva al secondo lavoro a tre anni dall’esordio. Una band molto diretta e impattante, essenzialmente elettrica e dal drumming a dir poco incisivo. Un manrovescio di follia alle ipocrisie e alle convenzioni dominanti, che in questo nuovo lavoro fa evolvere scarnificandola sia la scrittura che il sound.

Chitarra, basso, batteria. Voce decisa e potente. Un suono che è rock, indomito e destabilizzante, ma si sporca anche di funky, reggae, psichedelia e di qualche curvatura melodica tutt’altro che rassicurante, a cui fanno da contraltare momenti di pura sperimentazione sonora. Tutto questo mentre i testi dal taglio kerouachiano si basano soprattutto su suoni che vogliono evocare una certa sensazione piuttosto che un significato ben preciso e fanno largo uso di citazioni e giochi di parole. Ne è un esempio proprio il testo del singolo “Fa ch’entri” che si può leggere “Fa ch’entri come entrai” oppure “Fuck entry, come and try”.

E’ in questo modo che con “Freddocane2” i Freddocane realizzano il loro disco della presa di coscienza e della reazione incazzata, analizzando senza alcuno sproloquio politico e sociologico la società che ci circonda e i rapporti tra le persone. L’ordine costituito e la classe media standardizzata sono i loro obiettivi, sbeffeggiati e massacrati a colpi di sano e onestissimo rock’n’roll che morde e gela la pelle come il freddo più pungente.

Link
http://www.facebook.com/freddocane
http://www.youtube.com/freddocaneband

Biografia

Il progetto Freddocane nasce in una fredda ed imprecisata giornata del lontano marzo 2009 con l’intento di sviluppare sonorità proprie, che abbiano forti basi rock-stoner con frequenti incursioni in altri generi. Più che di crossover qui si parla di una vera e propria ricerca del suono a cui partecipano tutte le influenze, anche molto diverse tra loro, dei tre musicisti: Ivano Colombi (Chitarre, synth e rumori vari), Beppe Fratus (Voce e basso) e Stefano Guidi (Batteria).
A dicembre 2009 la band partorisce l’EP omonimo composto da sei brani.
Sempre a dicembre ma del 2010 la band si chiude nel GB Records studio e registra questa volta l’album omonimo. Le registrazioni non durano molto, il materiale è già pronto e deve essere messo solo su supporto mantenendo una certa freschezza e spontaneità, senza troppi ritocchi od eccessive sovraincisioni.
Il risultato è un’ora precisa di Freddocane: rock, grunge, psychedelia, stoner, blues e funky, post-rock e avanguarde, musica dodecafonica, atonale e aleatoria, un mix eterogeneo ma compatto.
I testi si ispirano alla “spontaneous prose” Kerouachiana, ma anche allo stile nervoso ed asciutto, quasi giornalistico di Bukowski. Non mancano poi sperimentazioni quasi sempre di matrice beatnik come il cut-up, oltre ad una certa ironia sia nei contenuti che nell’uso di neologismi e giochi di parole che avanzano quasi sempre per assonanze e/o per dissonanze.
L’uscita dell’album è fissata per il 31 gennaio 2012, l’album riscontra pareri favorevoli da quasi tutta la critica e lo dimostrano le ottime recensioni sia sulle webzine che sulle testate giornalistiche cartacee.
Il 2012 è dedicato alla promozione live dell’album con altrettanto parere favorevole del pubblico ai concerti.
Ad agosto 2012, a causa degli impegni eccessivi con i Caponord che firmano per la Warner, Stefano Guidi è costretto a lasciare il progetto e viene sostituito da Alessandro Belotti per la restante parte del tour promozionale.
La nuova formazione inizia subito a fare quello che sa fare meglio, registrare jam session e da queste sviluppare nuovo materiale.
A inizio 2013 la band si chiude in studio a registrare una decina di nuove canzoni per il prossimo album che uscirà a fine 2014 con titolo “Freddocane2”.

Contatti
Macramè – Trame comunicative
info@macrameufficiostampa.it

Luca Barachetti
luca@macrameufficiostampa.it
349.6106668

Corrado Maffioletti
corrado@macrameufficiostampa.it
328.3691845

Per concerti
ivanocolombi@alice.it

Commenta con Facebook!

About Gloria Berloso

avatar
Sono nata a Gorizia il 17 dicembre 1955, piccola città del Friuli Venezia Giulia. Attualmente vivo in un piccolo paese in campagna. Fin da bambina ho ascoltato la musica attraverso i dischi che mio padre faceva arrivare d’oltre oceano. A metà degli anni ’80 per la predisposizione ad organizzare eventi e concerti ho iniziato a concretizzare dei progetti. ovvero la creazione di festival rock dove far esibire complessi emergenti. La mia casa è stata un punto d’incontro per tantissimi giovani e il deposito temporaneo dei loro strumenti.. In seguito molti hanno copiato questa iniziativa. Ho collaborato con alcuni artisti di ottimo livello ed organizzato manifestazioni teatrali curandone la direzione artistica, la presentazione e la critica giornalistica. Attualmente collaboro solo ed unicamente per pura passione con artisti che in me hanno fiducia e per un legame di bella e spontanea amicizia.

Leggi altro:

La rivoluzione di Spotify: più musica on demand anche per i non …

Oggi l’International Federation of the Phonographic Industry’s (IFPI) cioè l’organizzazione che rappresenta gli interessi dell’industria …