Home / Tag Archives: review (Pagina 10)

Tag Archives: review

Roberta Di Mario – Tra il tempo e la distanza

"E voi giù con il naso all’insù, incantati a bocca aperta, aspettate la mia mossa” Così canta Roberta Di Mario in “La mossa” e come darle torto dopo che per otto tracce ci ha incantato con una voce stupenda, fluida che mette i brividi accarezzandoci con dolcezza, stringendoci a se, seducendoci attraverso versi bellissimi, a volte teneri e immaginifici, a volte più quotidiani e realistici, ma che anche quando ci abbandona, soli, tra le note del suo pianoforte, ci irretisce tra fughe inattese e bruschi ritorni, salti pindarici e improvvise cadute come nel caso del magnifico “Caothics”.

Read More »

Francesca Romana
 – Lo specchio

Specchio delle mie brame, chi è la più brava del reame? di Fabio Antonelli Avevo definito “Vermiglio”, il disco d’esordio di Francesca Romana, singolare e pieno di fascino e mi verrebbe voglia di riutilizzare la stessa definizione per questo suo secondo disco, perché ancora una volta ha saputo sorprendere chi …

Read More »

Ugo Mazzei – Mezzogiorno o giù di lì

“Mezzogiorno o giù di lì” è il titolo del secondo album del cantautore siracusano e potrebbe facilmente far pensare a un disco prettamente solare quasi spensierato invece, un po’ come il caposselliano “All’unaetrentacinquecirca”, è piuttosto notturno e intimista, così è più la luna che non il sole a ricorrere nelle varie canzoni.

Read More »

Giacomo Lariccia – Colpo di Sole

Questo disco s’intitola Colpo di Sole ma forse avrebbe dovuto chiamarsi Colpo di fulmine, perché questo è stato il risultato del mio primo ascolto e forse non solo mio, giacché dal libretto si evince che è stato prodotto grazie al contributo di un centinaio di persone che hanno conosciuto Giacomo Lariccia, un giovane emigrato italiano (di Roma per la precisione) trasferitosi a Bruxelles, attraverso la sua musica e suoi concerti per le case.

Read More »

Della sorpresa di un Premio Tenco senza Mannarino

Se posso permettermi, il confronto con Capossela è una maniera stupida di porre il discorso Mannarino. Meglio, per non offendere, direi una sindrome da ascolto superficiale. Il fatto che Capossela si sia accorto di Mannarino non implica una filiazione contenutistica. Al riguardo, anzi, la metafisica caposseliana appare ben lontana dal …

Read More »

Cesare Basile: “Sette pietre per tenere il diavolo a bada”

ossia il suo procedere dritto senza cedimenti a mode e costumi del tempo, sette sono, infatti, gli album che hanno preceduto questa nuova uscita e sono lì come pietre, forti, crudi, sanguigni, senza mezze misure, pronti come pietre per tenere a bada le lusinghe e le tentazioni del diavolo, ecco quindi un’altra cifra stilistica assolutamente sua, il continuo riferirsi a personaggi epici e pagine bibliche, parlando di guerre e inarrestabili fedi, amori controversi sempre vissuti allo stremo.

Read More »

Cristiano Angelini – L’ombra della mosca

Ad ascoltare questo disco che è l’esordio del cantautore spezzino Cristiano Angelini, anche se ormai bazzica sui palchi da anni e all’anagrafe non è certamente più un giovincello (va per i quarantaquattro), s’intuisce sin dalle prime note di trovarsi tra le mani un disco di gran qualità, anzi uno di quei prodotti di puro artigianato musicale come ormai se ne trovano davvero pochi.

Read More »

Roberta Alloisio: “Janua”

Così è Genova vista dal grande cantautore astigiano e da un altrettanto grande genovese, ma com’è invece questa “Janua”, che altro non è, che l’antico nome medievale della città, derivante dal latino “Ianua” ossia porta, vista attraverso gli occhi, ma soprattutto la voce potente, oserei dire quasi antica, anch’essa forse medioevale di Roberta Alloisio?

Read More »

Emanuele Bocci – Un’ po gabbiano

Un po’ gabbiano, il disco d’esordio di Emanuele Bocci, può essere considerato a tutti gli effetti il primo disco di musica ecologista (e, in un certo senso, di musica ecologica) uscito in Italia. Messa da parte, almeno per il momento, l’esperienza con “Le voci del vicolo“, band con la quale …

Read More »