Home / Canzone d'Autore / Gli Arangara infiammano Bologna, con un padrino d’eccezione: Francesco Guccini

Gli Arangara infiammano Bologna, con un padrino d’eccezione: Francesco Guccini

Bologna, 28/06/2013 – Grande successo di pubblico per gli Arangara che si sono esibiti il 27 giugno, al Teatro Tivoli di Bologna, alla presenza di Francesco Guccini. Il concerto è il primo di una lunga serie, che li vedrà impegnati quest’estate in molte piazze della Calabria e della Sicilia, accompagnati, in quattro date, anche dal cantautore Claudio Lolli, con cui collaborano da tempo.
Durante la tournée, gli Arangara presenteranno al pubblico il loro ultimo CD, “Grazia in punta di piedi…“, prodotto da Limentra per la nuova etichetta viapaolofabbri43, con la supervisione artistica di Juan Carlos “Flaco” Biondini e in distribuzione dal 2 luglio per Universal.
In un’intervista rilasciata qualche tempo fa a Marinella Venegoni, Guccini dichiara: “ho prodotto un gruppo, il cui leader Gianfranco Riccelli è un colonnello dei carabinieri di stanza a Bologna. Nell’album ci sono testi di Lolli, Manfredi e Giancarlo Lucarelli. Si chiamano Arangara, che in calabrese è l’albero dell’arancia portato qui da Marco Polo, di cui sono ghiotti gli elefanti. Gli uomini si indirizzavano agli animali con un’arancia in mano, dicendo “arangara”, che significava “vieni qui”, Marco Polo si convinse che dicessero “arancia”, così le è rimasto quel nome. Il disco esce con la nostra etichetta viapaolofabbri43. Curioso e interessante»
L’idea di creare un’etichetta prende corpo durante la registrazione dell’ultimo disco di Francesco Guccini: viapaolofabbri43 nasce nel gennaio 2013, a marzo pubblica il film-documentario “Francesco Guccini. La mia Thule” ed ora presenta l’opera musicale “Grazia in punta di piedi…”. Entrambi i progetti nascono da un’idea di Raffella Zuccari, che così ha raccontato il fortuito e fortunato incontro al pubblico bolognese: “Durante le riprese del film sono venuti a trovarci a Pavana questi musicisti che ci hanno incantati con la profondità dei loro testi e il fascino inusuale delle sonorità dei loro strumenti, come la chitarra battente e la lira calabrese, che nel contesto particolare del mulino hanno saputo suscitarci così intense emozioni da concretizzarle nel CD che presentiamo questa sera”.
Più che un gruppo, Arangara è un progetto artistico di musica etnico-autorale, nato nel 2005, in cui sono riscontrabili i tratti della tradizione cantautorale soprattutto italiana mescolata alle influenze della musica popolare dell’Italia meridionale, da cui mutuano la vivacità e i ritmi di partitura oltre che l’utilizzo di strumenti tradizionali. In questa commistione, coinvolgente e trascinante, gli scenari, di volta in volta differenti fra loro, risultano legati da un filo conduttore comune: la narrazione in forma di poesia musicata di singoli eventi che hanno il sapore di racconti affascinanti e antichi dai quali partire per trovare dei messaggi che inevitabilmente si riversano nella vita attuale.

Uno spettacolo che nasce come ascolto e visione per il pubblico fino a trascinare chi assiste alla partecipazione con il canto e la danza, per creare un nuovo rito di memoria e innovazione, che ha regalato agli spettatori un tuffo di due ore nel caloroso clima di quella terra splendida e piena di contraddizioni che ha riversato nella sua musica la durezza dei monti e la luce del mare, la fatica del lavoro e la travolgente vitalità dei suoi abitanti e della loro lingua.
Durante la serata Domenico Monteleone, presidente dell’Associazione “Roma Art Meeting”, ha consegnato al gruppo un premio di eccellenza per il valore artistico e per l’impegno sociale dimostrato, utilizzando ad esempio la musica contro la mafia e collaborando a progetti benefici, come “Teatro Canzone”, portato in scena con Carlo Lucarelli per raccogliere fondi per la costruzione di una scuola per l’infanzia in Sierra Leone.

About dario borlandelli

avatar
Nato a Roma nel 1980, giornalista, lavora presso la Fondazione per le Autonomie Locali del Lazio come responsabile della comunicazione e dell’ufficio stampa. Capo Redattore di “Lazio378”, la rivista settimanale per gli Enti Locali del Lazio, collabora anche con diverse testate della Capitale, tra cui Corriere di Roma e Corriere di Roma Magazine. In passato è stato responsabile dell’ufficio stampa dell’Assessorato agli Enti Locali e Sicurezza e dell’Assessorato alla Piccola e Media Impresa della Regione Lazio. Ha collaborato, inoltre, per il Consiglio regionale del Lazio come addetto stampa. Insieme a Daniele Stefanucci, webmaster romano, cura i contenuti del sito www.francescoguccini.net, un portale di informazione, nonché un omaggio, sul cantautore modenese.

Leggi altro:

Mannarino, il nuovo album «Apriti cielo» in arrivo il 13 gennaio: il primo singolo è già virale

Il brano “Apriti cielo”, primo singolo estratto dall’omonimo album di MANNARINO (in uscita il 13 gennaio) su …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *