Home / Canzone d'Autore / Francesco Guccini al “Ruggeri” dialoga con il professor Ruozzi

Francesco Guccini al “Ruggeri” dialoga con il professor Ruozzi

GUASTALLA. Francesco Guccini, classe 1940, tra i più grandi, colti e apprezzati cantautori italiani, giovedì 3 marzo, alle 18, sarà al teatro “Ruggeri” non per esibirsi in concerto, ma per presentare…

GUASTALLA. Francesco Guccini, classe 1940, tra i più grandi, colti e apprezzati cantautori italiani, giovedì 3 marzo, alle 18, sarà al teatro “Ruggeri” non per esibirsi in concerto, ma per presentare il suo ultimo libro “Un matrimonio, un funerale per non parlar del gatto” (Mondadori) e la raccolta “Se io avessi previsto tutto questo. Gli amici, la strada, le canzoni”. L’ingresso è libero. L’evento è organizzato dall’assessorato alla cultura del Comune di Guastalla, dalla biblioteca comunale e dalla biblioteca Maldotti (info: biblioteca comunale 0522 83.97.55 e ufficio cultura 0522 83.97.56).
Guccini, abbandonata l’attività di cantautore, si dedica completamente alla scrittura. Tutto nasce dall’amicizia di Francesco Guccini con il professor Gino Ruozzi, presidente della biblioteca Maldotti, docente universitario di Letteratura italiana, ma anche dalla semplice richiesta, alla casa editrice Mondadori di poter ospitare il grande cantautore a Guastalla. Detto fatto.
Il libro “Un matrimonio, un funerale, per non parlar del gatto” è una fotografia di un tempo passato, di una malinconia che nessuno restituirà più. A fare questo autoscatto è Francesco Guccini che racconterà durante l’incontro al “Ruggeri”, intervistato da Ruozzi, gli eventi importanti delle comunità di un tempo e di come venivano vissuti dagli abitanti dei paesi, dai piccoli partecipanti e dal Guccini bambino che li osservava ad occhi sgranati. I rituali erano tutto, soprattutto nei matrimoni, dove la banda precedeva l’arrivo del corteo, dove i familiari e gli amici degli sposi si preparavano alla grande festa, tra mescita del vino e suoni di fisarmoniche. Il futuro marito e la futura moglie nel frattempo vagavano per il paese dalle prime luci del mattino e arrivavano in chiesa stravolti dalla fatica.
Dai matrimoni si passa ai funerali, in particolar modo a uno rimasto impresso nella mente del giovane Francesco: quello del sarto sempre ubriaco, Gigi dell’Orbo. Tra ironia e malinconia si scorrono le pagine di questo bel romanzo, che lascia il segno, che stupisce, che riporta indietro a un tempo mai conosciuto o di cui si ha nostalgia. La raccolta “Se avessi previsto tutto questo. Gli
amici, la strada le canzoni” contiene i meglio degli album in studio, inediti riscoperti, collaborazioni e rarità, live introvabili, book con foto e introduzioni ai brani scritte dallo stesso Guccini. Una retrospettiva monumentale che rende giustizia alla carriera di un grandissimo artista.

About Alessandro Calzetta

avatar
Bio: Alessandro Calzetta (Roma, 1971), creatore e direttore del magazine www.bravonline.it è un appassionato di canzone d'autore, grafico pubblicitario (www.grafichemeccaniche.it) e webdesigner di professione (www.alessandrocalzetta.it). E' un componente del gruppo d'ascolto del The Place di Roma. Fa parte della giuria che assegna, ogni anno, le Targhe Tenco. e.mail: info@alessandrocalzetta.it Alessandro su Facebook:

Leggi altro:

Mannarino, il nuovo album «Apriti cielo» in arrivo il 13 gennaio: il primo singolo è già virale

Il brano “Apriti cielo”, primo singolo estratto dall’omonimo album di MANNARINO (in uscita il 13 gennaio) su …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *