Bravonline – Cantautori italiani
Canzone d'autore italiana e musica di qualità



Canzone d'Autore

23 September 2014

DiMartino, Sarebbe bello non lasciarsi mai ma abbandonarsi ogni tanto è utile

Altri articoli di »
Articolo scritto da: Alessandro Calzetta
Tags: ,

Dopo un esor­dio-non esor­dio (non di­men­ti­chia­mo il de­cen­nio tra­scor­so a nome Fa­me­li­ka) ful­mi­nan­te come quel­lo di Cara mae­stra ab­bia­mo perso, con­ce­pi­re un altro disco ca­pa­ce di bis­sa­re la fre­schez­za, la vi­ta­li­tà e la mo­der­ni­tà del pre­ce­den­te la­vo­ro era cosa quasi im­pen­sa­bi­le, ep­pu­re An­to­nio Di Mar­ti­no, Si­mo­na No­ra­to e Giu­sto Cor­ren­ti alias Di­Mar­ti­no, in tempi tut­t’al­tro che lun­ghi (poco più di sei mesi), com­pie que­sto dif­fi­ci­le mi­ra­co­lo e con­se­gna ad un pub­bli­co in co­stan­te e ra­pi­da cre­sci­ta un se­con­do pic­co­lo gio­iel­lo, un vero e pro­prio ma­nu­fat­to d’ar­ti­gia­na­to mu­si­ca­le, ce­sel­la­to nei pic­co­li toc­chi che lo ren­do­no spe­cia­le, un ini­zio sus­sur­ra­to (quel­lo di Non siamo gli al­be­ri), un piano de­li­ca­to e mai pre­ve­di­bi­le negli ac­cor­di (come nelle vaghe dis­so­nan­ze di Non ho più vo­glia di im­pa­ra­re), spol­ve­ra­te di elet­tro­ni­ca nei punti giu­sti a dare tono e co­lo­re (in Pic­co­li pec­ca­ti e Io non parlo mai), bat­te­ria che si fa un ca­li­bra­to ed ele­gan­te ac­cen­no in pezzi come in Non ho più vo­glia d’im­pa­ra­re o più con­ci­ta­ta ma an­co­ra sot­to­vo­ce in Po­ster di fa­mi­glia, fino a farsi bat­ti­to pul­san­te nel­l’av­vol­gen­te e in­ten­so fi­na­le as­se­gna­to a Ormai siamo trop­po gio­va­ni, pezzo con cui il grup­po sce­glie di lan­cia­re il disco in or­bi­ta.

DiMartinoUno dei più im­por­tan­ti pregi di que­sto la­vo­ro è di non com­met­te­re passi falsi in nes­sun pas­sag­gio, un­di­ci epi­so­di, un­di­ci sto­rie, un­di­ci mi­crou­ni­ver­si ma­gi­stral­men­te nar­ra­ti, che sor­pren­do­no per l’e­te­ro­ge­nei­tà ma per il senso di com­pat­tez­za al tempo stes­so do­vu­to ad una chia­ra cifra sti­li­sti­ca che ca­rat­te­riz­za ormai l’u­ni­ver­so so­no­ro tar­ga­to Di­Mar­ti­no, dalle in­ti­mis­si­me bal­la­te di Amore so­cia­le e Ma­le­det­to au­tun­no pas­san­do per le ele­gan­ti rit­mi­che jaz­zeg­gian­ti e le at­mo­sfe­re va­ga­men­te bau­stel­lia­ne de La pe­nul­ti­ma cena per poi cul­mi­na­re negli spe­ri­men­ta­li­smi di ra­dio­hea­dia­na ma­tri­ce del­l’am­ma­lian­te Pic­co­li pec­ca­ti (im­pos­si­bi­le da ascol­ta­re ri­ma­nen­do fermi!) fino al­l’in­cre­di­bi­le cre­scen­do me­lo­di­co di Po­ster di fa­mi­glia, che non si rie­sce più a cac­ciar via dalla testa una volta me­mo­riz­za­to. Sor­pren­de anche l’u­ti­liz­zo dei cori, pre­sen­ti nella mag­gio­ran­za delle trac­ce, una scel­ta sti­li­sti­ca in­so­li­ta e ben gra­di­ta, che dona nel com­ples­so un senso di leg­ge­rez­za ed in­ti­mi­smo, come un lungo filo con­dut­to­re che uni­sce i mo­men­ti sa­lien­ti del disco e ne dona spes­so­re e ca­rat­te­re. Una men­zio­ne spe­cia­le va poi ai due pezzi già noti per i fan più at­ten­ti du­ran­te i live, la bal­la­ta mi­ni­ma­le di Io non parlo mai (di cui però si ac­cu­sa un po’ la man­can­za del piano pre­sen­te nella vec­chia ver­sio­ne live) e la mae­sto­sa Car­to­li­ne da Am­ster­dam, pezzo che di­ver­rà senza dub­bio tra i più ce­le­bra­ti e ri­chie­sti dal pub­bli­co della band, che tanto ci ri­cor­da per le at­mo­sfe­re oni­ri­che e tra­so­gna­te una delle mi­glio­ri band no­stra­ne sfor­na­te nel­l’ul­ti­mo ven­ten­nio, gli amati e com­pian­ti Sci­sma di Paolo Ben­ve­gnù, ad im­pre­zio­si­re il tutto l’az­zec­ca­to e sfer­zan­te sup­por­to vo­ca­le di Gio­van­ni Go­li­no dei Marta sui tubi per le im­prov­vi­se esplo­sio­ni so­no­re come lampi che squar­cia­no per qual­che at­ti­mo l’in­can­to per poi la­scia­re di nuovo posto al sogno.
Ul­te­rio­re com­po­nen­te che rende que­sta pro­du­zio­ne net­ta­men­te su­pe­rio­re alla media è il la­vo­ro di scrit­tu­ra, An­to­nio Di Mar­ti­no pos­sie­de un dono raro, quel­lo di di­pin­ge­re pae­sag­gi, sce­na­ri, spac­ca­ti quo­ti­dia­ni at­tra­ver­so un non co­mu­ne uso della pa­ro­la, una vena de­scrit­ti­va in­cre­di­bil­men­te fer­vi­da, ri­cer­ca­ta e mai ba­na­le, ma non per que­sto meno di­ret­ta o im­me­dia­ta, è l’ar­te di crea­re un’al­chi­mia poe­ti­ca ma senza per que­sto dover pa­ga­re il prez­zo di sca­de­re nel ce­re­bra­le o nel­l’in­tel­let­tua­loi­de a tutti i costi, è qual­co­sa di spon­ta­neo, non ar­te­fat­to, non­ché un omag­gio e un tri­bu­to quasi ne­ces­sa­rio (cer­ta­men­te vo­lu­to e di­chia­ra­to) alla no­stra gran­de tra­di­zio­ne can­tau­to­ra­le con echi di Dalla, De Gre­go­ri, Bat­ti­sti, Gra­zia­ni, Gae­ta­no e molto altro.
Un disco che, ne siamo certi, farà da pri­ma­don­na sulla scena per lun­ghi mesi, te­ne­te­vi pron­ti.



autore articolo:

avatar
Alessandro Calzetta
Bio: Alessandro Calzetta (Roma, 1971), creatore e direttore del magazine www.bravonline.it è un appassionato di canzone d'autore, grafico pubblicitario (www.grafichemeccaniche.it) e webdesigner di professione (www.alessandrocalzetta.it). E' un componente del gruppo d'ascolto del The Place di Roma. Fa parte della giuria che assegna, ogni anno, le Targhe Tenco. e.mail: info@alessandrocalzetta.it Alessandro su Facebook:




 
 

 

Cardinali, benedizioni, Sanremo e lettere a Tenco

Quando un cardinale ritwitta il ritornello di una tua canzone e non sei alla messa della domenica devi chiederti cosa c’è che non va. È obbligatorio. La vita non è perfetta e talvolta non solo non ti aspetta quando cadi, m...
by Elisabetta Malantrucco
0

 
 

Il nuovo album di CESARE BASILE “U Fujutu su nesci chi fa ?”

“Non è invece in mio potere restare costantemente rivolto verso il mare e confrontare la sua libertà con la mia. Verrà il tempo in cui dovrò volgermi verso la terra e affrontare gli organizzatori della mia oppressione...
by Alessandro Calzetta
0

 
 

Genova ricorda Luigi Tenco

A cinquanta anni dalla scomparsa un concerto di Roberta Alloisio e Armando Corsi al Teatro della Tosse, una mostra e visite guidate gratuite alla scoperta della Genova di Tenco e dei cantautori. Assessore alla cultura e al turi...
by Alessandro Calzetta
0

 

 

Il 13 GENNAIO esce “TERESA CANTA PINO”, un inedito omaggio in chiave folk d’autore a Pino Daniele

A 5 anni di distanza dal suo ultimo album, TERESA DE SIO torna con un nuovo progetto discografico. Il 13 gennaio esce “TERESA CANTA PINO” (prodotto da Luisa Pistoia e Carlo Gavaudan per Sosia&Pistoia e da Teresa De S...
by Alessandro Calzetta
0

 
 

Paolo Conte compie 80 anni: biografia e curiosità

Paolo Conte è uno dei cantanti più famosi e prolifici del panorama musicale italiano. Tra pochi giorni compirà 80 anni, per cui ripercorriamo la sua vita professionale e privata Paolo Conte è nato il 6 gennaio 1937 ad Asti ...
by Alessandro Calzetta
0

 




0 Commenti


Pubblica un primo commento!


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *