Home / Canzone d'Autore / Davide Matrisciano – Il Profumo dei fiori secchi

Davide Matrisciano – Il Profumo dei fiori secchi

Davide Matrisciano

DAVIDE MATRISCIANO è senz’altro una personalità attualmente sulla scena italiana. La sua musica può essere rifiutata o accettata, sicuramente non passa inosservata in quanto è un tentativo di connubio fra musica popolare e musica elettronica. Inoltre rispecchia nei testi la problematica musicale e culturale ma in modo netto la particolarità esistenziale dell’autore. Non certamente nuovo lo stile influenzato dal guru italiano degli anni settanta, ovvero Battiato ma sicuramente approfondito sia dal punto tecnico sia dal punto conoscitivo. Battiato combatteva la tecnologia con gli stessi mezzi e la penetrazione in un pubblico adulto e maturo era molto difficoltoso; trovava invece meno ostacoli tra i più giovani che riuscivano a sperimentare sonorità ricavate da una macchina elettronica senza dover studiare musica al conservatorio. Tengo a ricordare anche come la grande artista Yoko Ono abbia influenzato in questo senso John Lennon e sia riuscita a far comprendere il messaggio al grande pubblico.
Le canzoni di Davide Matrisciano, quindici per l’esattezza in questo CD, forse troppe da ascoltare tutte in maniera consequenziale ma piuttosto da ascoltare solo una per volta, rispondono alla conoscenza di vita, del nostro tempo e della musica. Matrisciano mostra chiaramente la chiarezza della sua visione del processo storico musicale ed umano, in base all’analisi del quale egli opera le sue scelte e prende le sue posizioni e, curiosamente unite ad una notevole sicurezza di sé e del suo lavoro, una sincerità, una semplicità, una affabilità che rendono il suo personaggio certamente estroso e fuori dal comune, perfettamente accettabile.
Parcheggia la sua mente in zone di fantasia e delirio, travolto da dune di note che non sa da dove vengano e un fumo di musica lo avvolge piano mentre ci si perde in un mondo di pazzi…

ALBUM MATRISCIANO
ARTISTA: DAVIDE MATRISCIANO
TITOLO ALBUM: IL PROFUMO DEI FIORI SECCHI
USCITA: 25 MARZO 2014
ETICHETTA: PREHISTORIK SOUNDS
GENERE: POP/ROCK

 

Tracklist:
1 Al di là degli Ombrelli
2 Corrente Elettrica e Papaveri
3 Armonia Irreversibile
4 Legni Bruciati
5 Esternazioni delle Ombre
6 Guarda Su
7 Ho Camminato su un Aquilone
8 In Aria per Sempre
9 Le Favole dello Spavento
10 Nero Arcobaleno
11 Soli tra i Fiori
12 Prato al Terzo Piano
13 Ricordi Occulti (Frammenti di Memoria Futura Distorti)
14 Sistema Venoso
15 Quel Camino Emette Sinfonie

CREDITI DELL’ALBUM:

Davide Matrisciano: voce, piano, rhodes, synth Lodo Guenzi (Lo Stato Sociale): synth (1) Paolo Polcari (Almamegretta): synth (2, 8) Saughelli (cantautore e bassista): basso (2,5,6,7) Andrea Braido (Mina, Branduardi, Frank Gambale): chitarra elettrica (3,10) Cesare Malfatti (La crus): chitarra elettrica (5) Massimo Ghiacci (Modena City Ramblers): basso (4) Nicola Manzan (Bologna violenta): violino (6,11) Mattia Boschi (Marta sui Tubi): violoncello (6) Lorenzo Corti (Le luci della centrale elettrica): chitarra elettrica (6,11) Carlo Boccadoro: celesta (15) Lello Brandi (ex Osanna): basso (15) Marco Bachi (Bandabardò): basso (3) Cristiano Lo Mele (Perturbazione): chitarra elettrica (13) Davide Arneodo (Marlene Kuntz): violino (12) Michele Campetti (Intercity): synth (13) Ilenia Volpe (Moltheni, Giorgio Canali): chitarra elettrica (14) Claudio Romano (Alain Caron, Benny Golson) : batteria (tranne 3) Davide Costagliola (Daniele Sepe, Marco Zurzolo): basso (8,9,10,11,13) Andrea Palazzo (Frank McComb, Osanna): chitarra elettrica ed acustica (2,4,7,8,9,10) Claudio Tarantino (ex Officina della camomilla): synth (15) Massimiliano Jovine (99 Posse): basso (14) Manuel Zito (Piccola orchestra per prestazioni occasionali): piano, piano elettrico (2,4,5,6,8,9) Sauro Lanzi (Casa del vento): tromba, flauto dolce tenore (7) Saro Cosentino (Franco Battiato, Peter Gabriel): chitarra elettrica (12) Luciano “Varnadi” Ceriello: voce recitante (1) Zorama: voce (9) Fabio Cinti: voce (11) Principe e socio M: voce (7)

About Gloria Berloso

avatar
Sono nata a Gorizia il 17 dicembre 1955, piccola città del Friuli Venezia Giulia. Attualmente vivo in un piccolo paese in campagna. Fin da bambina ho ascoltato la musica attraverso i dischi che mio padre faceva arrivare d’oltre oceano. A metà degli anni ’80 per la predisposizione ad organizzare eventi e concerti ho iniziato a concretizzare dei progetti. ovvero la creazione di festival rock dove far esibire complessi emergenti. La mia casa è stata un punto d’incontro per tantissimi giovani e il deposito temporaneo dei loro strumenti.. In seguito molti hanno copiato questa iniziativa. Ho collaborato con alcuni artisti di ottimo livello ed organizzato manifestazioni teatrali curandone la direzione artistica, la presentazione e la critica giornalistica. Attualmente collaboro solo ed unicamente per pura passione con artisti che in me hanno fiducia e per un legame di bella e spontanea amicizia.

Leggi altro:

BRUNORI A TEATRO Canzoni e monologhi sull’incertezza.

28 Febbraio 2018 AL POLITEAMA GENOVESE BRUNORI A TEATRO  Canzoni e monologhi sull’incertezza. UNO SPETTACOLO …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *