Home / Franco Lys Dimauro

Franco Lys Dimauro

avatar
Nato a Noto, vivo a Ragusa, classe 1970. Inizio ad ascoltare musica giovanissimo. A scriverne un po' dopo. Dapprima (fine anni '80/primi '90) per svariate fanzine (Misty Lane, Born Loser, Succo Acido, Sottosopra, Sulla Strada, Papa Oom Mow Mow, Big Sur, ecc. ecc.) e come opinionista per alcune riviste a tiratura provinciale e regionale. Lo sbocco "professionale" avviene nel 1997. Prima per Rock Sound, appena "importato" in Italia, l' anno successivo per Rumore. Contemporaneamente collaboro con Claudio Sorge alla nascita di Metallic KO e con Rosario Ciccarelli per quella di Fun House, fino alla loro "congelazione" editoriale. Attualmente collaboro, oltre che con Rumore, ai magazine online Musicletter e Succo Acido. Al 1994 risale invece l' inizio della mia attività come speaker radiofonico prima e come responsabile programmazione per emittenti locali. Come musicista, dopo la morte di Joey Ramone, sono rimasto l' unico chitarrista al mondo ad essere riuscito a non imparare a suonare per oltre venti anni. Ma come critico musicale ho fatto anche peggio, credo.

MAU MAU – 8000 Km

I cappelli sono quelli dei briganti. Con le falde tese, a seccare sotto uno spicchio di sole italiano. Sotto quel cono d’ombra ci sono Fabio, Luca e Tatè, zingari stanziali piemontesi, che quegli ottomila chilometri di costa italiana li conoscono uno per uno. Li hanno percorsi in tribù e in …

Read More »

VINICIO CAPOSSELA – Canzoni della cupa (La Cùpa)

Rischiava di diventare lo Smile italiano. L’opera irrisolta su cui giocarsi la propria vita artistica e quella su cui dannare la propria anima fino alla fine dei giorni. E invece, dopo un ulteriore slittamento di qualche mese sulla data annunciata, ecco venire fuori le Canzoni della Cupa. Tredici anni di …

Read More »

DANIELE SILVESTRI – Acrobati

La prima acrobazia che salta alle orecchie è quella sui versi. Un po’ come Scialoja su quelli del senso perso, ritrovandone invece il senso in una visione apparentemente leggera ed enigmatica e invece perfettamente consapevole delle derive totalitarie del sistema politico che ci sta divorando. Quali alibi, il singolo che …

Read More »

VINICIO CAPOSSELA -€“ Rebetiko Gymnastas

Stanco e perduto. Ma ero felice quando me ne andai di casa. Così Vinicio cantava nel 1990. E da allora, Capossela è uno spirito errante. New York, Livorno, Amburgo, il sudamerica, Cabo Verde, il Salento, Lubecca, Spessotto, Mosca, la Jugoslavia, Scicli, la Sardegna. Sopra e sotto il mare.

Read More »

Stanze al riparo dal mondo (di F. Lys Di Mauro)

Un futuro nero fa paura. Ma un futuro nero senza Ivano Fossati oltre che paura fa anche tristezza. Così l’ annuncio del ritiro dalle scene del grande cantautore genovese rende ancora più amare le dieci portate di quest’ ultimo pasto, già amaro di suo. Perché Decadancing è figlio di questi tempi di macerie invisibili che sono le rovine del nostro futuro e che Fossati si prende la briga di cantare un’ ultima volta, prima di venirne travolto.

Read More »

LAURA LALA – SADE MANGIARACINA

Camilleri in musica. Non sapendo cos’ altro scrivere, qualcuno ha scritto questa idiozia. E qualcuno l’ ha riscritta, prendendola per buona. L’ ho scoperto cercando in rete notizie su Laura Lala. Avrei voluto scoprire cosa mangia, di cosa sogna, quello che ama, cosa la lega alla Sicilia e cosa la …

Read More »